Ayahuasca: status legale in Italia

La giurisprudenza parla chiaro:
Ayahuasca legale in Italia

Articolo originale scritto da Gianluca Curzi, sulla situazione legale dell’Ayahuasca in Italia, in esclusiva per il sito BiaLabate.net:
http://www.bialabate.net/news/prisao-arbitraria-de-seguidor-do-santo-daime-na-italia

Scritto da Gianluca Curzi e ritradotto dal portoghese in italiano:

In Italia, l’Ayahuasca (che in Brasile è chiamata “Santo Daime”) è stata dichiarata sostanza NON narcotica, con due sentenze della Corte di Cassazione (Sezione IV, 6 Ottobre 2005, n. 44229 e Sezione I, 16 Febbraio 2007, n. 19056) e una Nota del Ministero della Salute (n. 6895-44021, del 30 Dicembre 2010).

Nonostante questi chiari pronunciamenti della giurisprudenza italiana, ai massimi livelli, Lunedì 19 Novembre 2012 la Polizia italiana ha sequestrato due pacchi di Ayahuasca in consegna a mezzo posta a casa mia (di Gianluca Curzi): infatti il sottoscritto (Gianluca Curzi) è responsabile di un Gruppo del “Santo Daime” nell’Italia Centrale.

La Polizia italiana si è attivata dopo aver ricevuto un rapporto della Dogana tedesca, in cui si avvertiva del transito di due pacchi contenenti “droga”.
Con questi indizi, la spedizione di Ayahuasca è stata sequestrata e trasferita alla Questura di Ancona, per effettuare analisi chimiche.

Come previsto, queste hanno rivelato la presenza di DMT (Di-Metil-Triptamina), che è il principio attivo naturalmente presente nell’Ayahuasca.
Poiché il DMT figura nella Tabella I dell’elenco delle sostanze vietate, il sottoscritto (Gianluca Curzi) è stato arrestato con l’accusa di presunto possesso e traffico di droga.

La detenzione è durata solo quattro giorni, fino all’Udienza con il Giudice per le Indagini Preliminari, che – seguendo le indicazioni della Corte di Cassazione – ha ordinato il rilascio immediato.

Ecco il testo del decreto:

“La bevanda denominata Santo Daime (Ayahuasca) non può essere classificata come una droga. Le piante naturali che la compongono – una liana (Banisteriopsis Caapi) e una foglia (Psychotria Viridis) – anche se contengono naturalmente del DMT non sono incluse in alcun elenco di sostanze vietate (vedi, per caso identico,  Cass. Sezione IV, 6 Ottobre 2005, n. 44229 e Cass. Sezione I, 16 Febbraio 2007, n. 19056)”.

La difesa ha chiesto la restituzione dell’Ayahuasca e il risarcimento per la detenzione illegale.
Così, pur essendosi trattato di un’esperienza ingiusta e sgradevole, l’arresto e il rilascio del sottoscritto (Gianluca Curzi) hanno confermato la legittimità dell’Ayahuasca in Italia.

Articolo originale firmato da Gianluca Curzi.

Nota bene:

Se ti interessa questo argomento, ne ho parlato approfonditamente nell’articolo Tutto sull’Ayahuasca.
Se hai davvero il desiderio, sincero e profondo, di fare questa Esperienza, potrei darti (senza impegno da parte mia) qualche indicazione su come / dove / con chi farla.
Il modo migliore per ottenere questo, è scrivermi a info@italocillo.it, presentarti, parlarmi di te e spiegarmi quali sono le tue esperienze (nel campo della crescita personale e spirituale), quali sono le tue aspirazioni, perché vorresti fare l’Esperienza dell’Ayahuasca.

Saluti affettuosi,

Italo

Italo Cillo (Rishi Chony Dorje)
ha lasciato il corpo il 25 Marzo 2016

Su questo sito trovi la sua storia, i suoi pensieri, le sue interviste e i racconti di chi lo ha conosciuto.

La sua Visione prosegue invece su www.PrimordialFreedom.it, il Movimento di Realizzazione da lui creato.

SCOPRI IL MOVIMENTO

About The Author

Italo Cillo

Sono ricercatore e insegnante spirituale, padre di famiglia, autore, imprenditore creativo, blogger e libero pensatore.

Vuoi commentare? Fammi sapere cosa ne pensi: